Empatia

Stamattina dovevo andare in ospedale, non per me stavolta ma per accompagnare mia madre che deve operare gli occhi. Come ogni volta in cui devo far qualcosa che non vorrei, ho scelto di vestirmi di fiori dalla testa ai piedi per portare positività prima a me stessa

Poi, e lo vedete nella seconda foto, mi sono imbattuta nel muro del padiglione di senologia oncologica (strano destino, i prelievi mia madre li doveva fare lì) e puf eccole lì tutte le frasi dei parenti di NOI pazienti oncologici.

Non ho mai pensato troppo a come ci si senta dall’altra parte, a quanto sia difficile stare senza chi ami e saperlo in terapie sfiancanti e sottoposto a cure che ti cambiano completamente dentro e fuori. Non ho mai pensato troppo al dolore di chi vorrebbe solo aiutare ma non sa come farlo. E così ho pianto. Proprio così. Davanti a tutto quel dolore di amici, mariti e figli che si rivolgevano a madri che come me curavano un cancro al seno ho provato quella che si chiama empatia, era troppo vicina a me per non avvertirlo e ho pianto. Mi è venuta in mente quella stupenda frase di Filone d’Alessandria: “sii gentile sempre con chi incontri perché ogni persona sta conducendo la sua personale battaglia contro qualcosa”. Buona vita fiorita e gentile a tutti

Cosmetica oncologica

Mi hanno contattata, direi “seguita”, su Instagram e da lì son partite le confidenze da parte mia e la disponibilità da parte loro di farmi testare i loro prodotti Oncos, in collaborazione con la Lilt.
La gioia di prodotti dedicati a pazienti oncologiche mi fa sentire amata, pensata nei miei reali bisogni.

Continua a leggere “Cosmetica oncologica”

Alcalinizziamoci!

19221668_452405715151909_94455850546290033_oPrima che l’anno finisca, in fase di bilanci e buoni propositi è doveroso che tutti possiate sapere quanto una corretta alimentazione possa aiutarci a vivere meglio e perchè no…magari anche più a lungo.

Ho chiesto perciò alla mia Biologa Nutrizionista, la dottoressa Francesca Russo, di rispondere a qualche domanda e  dare la possibilità a me di avere un memento costante ed a chi mi legge di scegliere anche oggi di essere felici.

Continua a leggere “Alcalinizziamoci!”

Mamma, dov’è papà?

C’è una grande realtà ai più completamente sconosciuta. Una sorta di esercito silenzioso, come le celebri statue di Terracotta della dinastia Qin: non li si sente certo lottare, non si percepisce alcun fragore di armi, eppure loro sono lì, per difendere il loro bene più prezioso. Per le statue è la tomba del faraone, per l’esercito di cui sto per parlarvi, invece, si tratta dei loro figli.

Continua a leggere “Mamma, dov’è papà?”

Tieni a mente (chemio, radio, ormonoterapia e memoria)

Oggi è arrivata a casa la rivista Fondamentale, a cura dell’istituto Veronesi. Vi ripropongo un articolo interessantissimo, almeno per me, paziente oncologica.

Ne parlavo sabato con le mie amiche conosciute grazie al cancro. Siamo tutte con la memoria che va a vento

Continua a leggere “Tieni a mente (chemio, radio, ormonoterapia e memoria)”

Musica

Buon pomeriggio a voi tutti, ovunque voi siate.

Oggi mi sono ritrovata con una vecchia amica, da tempo accantonata: la musica classica. Suono il violino ed amo cantare ma da tempo ero, e sono tutt’ora, una devota del rock ed avevo abbandonato il classico per poi comprendere che in realtà la musica non va mai etichettata ma è un filo rosso continuo di emozioni e poteri salvifici.

E mi sono riappropriata di questa eterna verità grazie a Rock e Resilienza di Paola Maugeri.

Continua a leggere “Musica”